Please download to get full document.

View again

of 10

Esercizi di scrittura giornalistica

1. Esercizi di scrittura giornalistica Laboratorio di formazione per i volontari del servizio civile Focsiv a cura di Nicola Rabbi (AIFO) aprile 2019 2. Comunicare per la…
2 views10 pages
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Documenttranscript
  • 1. Esercizi di scrittura giornalistica Laboratorio di formazione per i volontari del servizio civile Focsiv a cura di Nicola Rabbi (AIFO) aprile 2019
  • 2. Comunicare per la propria Ong E’ molto probabile che nell’anno di servizio civile che svolgerete dovrete occuparvi di comunicazione. Questi esercizi di scrittura sono pensati proprio per aiutarvi nello svolgere questi compiti. I testi che riscriverete trattano il sociale e non la tematica strettamente di cooperazione internazionale, ma gli esempi sono validi lo stesso.
  • 3. Locandina, evento, intervista, articolo La scrittura giornalistica deve trattare testi molto diversi tra loro.  La locandina punta a una comunicazione che si appoggia più sulla grafica, ovvero ricorrendo alla grandezza dei caratteri, l’uso dei colori, le immagini...  L’evento si riferisce sempre a un fatto momentaneo con un luogo, una data e un orario precisi; la sua efficacia sta nella chiarezza e nella sinteticità della scrittura  L’articolo è un genere testuale di più ampio respiro rispetto all’evento e richiede un maggiore approfondimento del contenuto  L’intervista è un testo, sempre di approfondimento, che richiede una scrittura diversa (soprattutto nel caso lo si voglia trasformare in un articolo e non seguendo la struttura di domanda e risposta).
  • 4. Passare da un testo all’altro A seconda del testo che abbiamo da trasformare, dobbiamo adottare tecniche di scrittura diverse. Ora faremo alcuni esercizi per passare da un prodotto di scrittura a un altro (il mezzo, il punto di arrivo è, nel nostro caso, una pagina web). In particolare passeremo:  da una locandina a un evento  da un evento a una locandina  da una locandina a un articolo  da un’intervista a un articolo.
  • 5. Da una locandina a un evento  Dimensione TeenagER 2  Borderline: un mondo mezzo  Storie per tutti Abbiamo tre casi di locandina diversi tra loro, dove l’importanza grafica varia e in alcuni casi il testo è predominante. Li dobbiamo trasformare scrivendo nelle prime righe dell’evento il chi-cosa-dove-quando. Se si riesce a iniziare con un breve attacco originale sarebbe meglio. Occorre un lavoro per rendere più chiari i contenuti dei testi che presentano dei problemi. Se non è possibile capire dal testo i punti ambigui, si ricercano informazioni aggiuntive sul web. Nel corso del testo si possono dare altre informazioni di approfondimento, ma essenziali. L’evento lo concludiamo dando delle indicazioni chiare a chi rivolgersi.
  • 6. Titoli caldi e titoli freddi I titoli possono essere scritti in due modi, anche se ci sono delle forme miste. Un titolo è freddo quando è descrittivo, cioè si capisce, leggendolo, di cosa tratta l’evento. Un titolo è caldo quando è evocativo, cioè lo si capisce solo se si fa un’associazione esatta (a un titolo di un libro, di un film, di un personaggio…). I titoli caldi richiedono un maggior sforzo di comprensione ma sono più attraenti. Sul web è meglio usarli solo quando è presente anche un sottotitolo descrittivo.
  • 7. Da un evento a una locandina  Solidarietà internazionali e la liberazione delle colonie portoghesi  Fragilità sociali e fine pena In questo caso dobbiamo estrarre da molto testo gli elementi essenziali per fare una buona locandina. Occorre selezionare il che cosa-dove-quando-per informazioni e qualche parola per caratterizzare meglio l’evento promosso. Tralasciamo il discorso anche se fondamentale delle immagini e dei loghi. Immaginate che in questo caso il prodotto è su carta e che deve essere capito con un colpo d’occhio da un passante.
  • 8. Da una locandina a un articolo Caregiver day Un altro mondo è possibile? In questo caso invece occorre strutturare un articolo partendo da un testo schematico e fatto a elenchi. Bisogna cercare di rendere in modo discorsivo il contenuto sparso dando delle indicazioni precise. Se il materiale informativo è troppo, scegliere solo le cose più importanti (ad esempio il nome di un relatore molto noto) e allegare la locandina come immagine o come pdf.
  • 9. La tecnica dell’intervista L’intervista è una strumento di base per un giornalista. L’intervista diretta alla persona e non mediata dal telefono e ancor di più dall’email, è preferibile, perché si ottengono risultati migliori, c’è più interazione. La preparazione all’intervista consiste nel conoscere bene chi sia e cosa faccia l’intervistato e in una bozza di domande che poi potrete variare a seconda di come va l’intervista. Meglio registrare per ridurre la possibilità di errore. La trascrizione comunque non deve essere letterale, ma deve rispecchiare in modo esatto il pensiero dell’intervistato. E’ vostra facoltà correggere il testo, chiarirlo se il pensiero è espresso male, tagliare … Quando si è redatta l’intervista, è meglio farla vedere all’intervistato. Visto che non si parla mai come si scrive, l’intervistato è spesso scontento di ciò che ha detto.
  • 10. Dall’intervista all’articolo Intervista 1 Intervista 2 Il modo più facile è redarre l’articolo con domanda e risposta. Le domande possono essere riscritte e, se le risposte lo permettono, per chiarire il testo, si possono formulare domande nuove. Ma se si vuole scrivere un articolo allora occorrerà portare in terza persona il discorso fatto e riportare come discorso diretto, tra virgolette, sole le frasi più importanti di quello che si è detto. Il lettore deve sempre capire chi dice che cosa. Se voi aggiungete qualcosa al testo (una descrizione ambientale, una riflessione…) non ci deve essere confusione tra le fonti. Vale comunque la regola di non travisare il pensiero dell’intervistato. Soprattutto se avete più intervistati, questa è la forma adatta.
  • Advertisement
    MostRelated
    View more
    We Need Your Support
    Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

    Thanks to everyone for your continued support.

    No, Thanks
    SAVE OUR EARTH

    We need your sign to support Project to invent "SMART AND CONTROLLABLE REFLECTIVE BALLOONS" to cover the Sun and Save Our Earth.

    More details...

    Sign Now!

    We are very appreciated for your Prompt Action!

    x